0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
Imposta ordine ascendente

3 oggetto(i)

La Toscana da gustare

09/08/2017 14:26

 

L’ armonia della Toscana è disegnata dalla propria tradizione culturale, storica, artistica e gastronomica tanto nella morfologia quanto nella cultura. Non a caso si arricchisce ogni anno di siti patrimonio dell’Unesco.  Ma bellezza e armonia della Toscana non sono dovute soltanto alle sue città d'arte. Paesaggi di campagna, colline dolci e verdeggianti, pievi e piccoli borghi sono anch’essi identità locale e vanto nazionale. E’ una regione dove non manca nulla, dalle montagne al mare, dalla storia alla modernità, dai paesaggi dipinti sin dal 1600, agli scatti ancora oggi realizzati in ogni suo angolo. C’è tutto e di più. Ecco perché diventa peculiare legare la visita di questa magnifica regione ad una tradizione tipica, un itinerario non consueto, che ci fa riscoprire sapori e usanze antiche, dove i toscani ad arte perpetuano nel tempo
piatti tipici che rappresentano un efficace strumento di identità del territorio. Il turismo gastronomico, in questo senso, si va caratterizzando sempre più come scoperta del luogo di produzione e non solo del prodotto alimentare al fine di rendere l’esperienza più appagante ed esaustiva. Si dà quindi importanza al legame tra un cibo o una bevanda e la storia e la geografia del loro territorio di origine. Le viti e gli ulivi, da cui si producono i vini e gli olii, prodotti tipici di questa regione, ne plasmano le colline e ne disegnano quei paesaggi di campagna che affascinano tutti gli anni tantissimi visitatori italiani e stranieri. I prodotti tipici di questa regione si intrecciano con la sua storia e con i paesaggi costituendo così un unicum senza soluzione di continuità

 

 

 

 

Read More
Posted in Itinerari del gusto By Cose del Posto

In questa sezione vogliamo dedicare un po' di spazio a quei borghi meno noti della Valnerina  che purtroppo sono rimasti ai margini degli interventi di ricostruzione post terremoto del 1997. Borghi di bellezza superba dove i residenti ogni giorno sono impegnati a mantenere vive le loro tradizioni e la loro identità.

Cose del Posto è Valnerina, è Umbria, è Marche e tutti quei luoghi del Centro Italia che gridano forte “CI SIAMO!!!”.  

Intorno all’anno 1300 Andreuccio di Petrone ne divenne “Castellanus”.Nel XXV canto de “L’Inferno” di Dante Alighieri viene recitato questo verso: “Ripresi via per La Piaggia”. Situata nella bella vallata dei Monti Sibillini, tra Norcia e Spoleto, in provincia di Perugia.

Read More
Posted in Itinerari del gusto By Cose del Posto

La strada del Sagrantino

04/05/2016 07:45

A pochi chilometri da Foligno, tra Assisi e Spoleto, si coltiva uno dei più preziosi vitigni autoctoni d’Italia, il Sagrantino.

Tra colline coltivate a vigneto ed ulivo, dove sorgono borghi e castelli medievali, si snoda un percorso culturale ed enogastronomico che per 60 chilometri attraversa luoghi in cui la tradizione vinicola è integrata dal tessuto urbano. Questo percorso prende il nome di “ Strada del Sagrantino “.

La zona di produzione comprende per intero i comuni di Montefalco, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria e Castel Ritaldi, tutti situati in provincia di Perugia.

Il periodo migliore per visitare questi luoghi è senza dubbio quello che va da aprile a settembre sia per le condizioni climatiche che per l’elevato numero di eventi storico-culturali che si svolgono nei vari comuni e che attraggono visitatori da tutto il mondo.

Questi alcuni degli Eventi più importanti del territorio:

Montefalco: Agosto Montefalchese – Fuga del Bove  (mese di agosto)

Bevagna: Il Mercato delle Gaite  (mese di giugno)

Foligno: Giostra della Quintana (mesi di giugno e settembre)

Read More
Posted in Itinerari del gusto By Cose del Posto
Imposta ordine ascendente

3 oggetto(i)